Com’è fatto il cibo?

Immagine

Alla televisione trasmettono un programma che si chiama ” Com’è fatto il cibo?” partendo con la descrizione di quelli più inutili, tipo gazzosa, gomma da masticare per poi passare al gelato alla pasta ai dolcetti.

Naturalmente il risultato di tutto è un pallet incartato che contiene qualcosa di commestibile.

Ripensando alla terminologia che usano e all’enfasi nel declamare le grandi quantità prodotte, credo sia il fatturato l’unica preoccupazione con corollari di immagine, pubbliche relazioni e rispetto normativo.

Nessuno si sogna di chiedere da dove viene tutto quello che partecipa al calderone.

I miei erano artigiani e mi hanno insegnato la cura nel fare le cose. Si stava tempo a pensare come risolvere un dettaglio e a rimirare l’opera finita con soddisfazione amore e meno profitto.

Oggi mia moglie che si interessa delle discipline orientali mi dice che il benessere si basa sullo scambio energetico.

Io credo che se ci si mette amore nel fare le cose se ne ottengono che si fanno notare, degne di lode.

Forse è questa l`energia di cui si parla…

Non ci amiamo abbastanza per dedicare tempo ed energie alle soddisfazioni dei nostri cari e di noi stessi invece di delegare altri?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...